Chi Siamo

Chi Siamo

ASD  COMPAGNIA ARCIERI DEL ROVO

Premessa

La Compagnia Arcieri  del Rovo è stata fondata nel 1989 da alcuni arcieri interessati a praticare il tiro con l'arco istintivo e venatorio secondo le regole della allora Federazione Italiana Arcieri Cacciatori, divenuta nel 1991 Federazione Italiana Arcieri tiro di Campagna (FIARC).
La suddetta federazione ha sede in Milano, in ogni regione ci sono i comitati regionali e decine di compagnie, solo in Toscana sono 34, la FIARC organizza il campionato Italiano che assegna di volta in volta ad una compagnia, il  campionato Italiano di tiro al volo e l’indoor che ultimamente sta riscuotendo un bel successo.
L'obiettivo finale che la FIARC si propone é quindi quello di promuovere e praticare un tiro con l'arco ricreativo, adatto a tutti i membri di una famiglia, per una sana vita sportiva ed ecologica a stretto contatto con la natura……che sposiamo in tutto e per tutto.
Con l'acquisizione della prima sede in uno storico parco a Vincigliata, nel Comune di Fiesole nel 1990, l'attività della Compagnia si è divisa tra la diffusione della pratica del tiro con l'arco e l'attività sportiva, organizzando corsi e gare regionali.
A queste attività, dal 1993, si é aggiunta quella del Gruppo Storico, (ARCATORES ROVO)che si prefigge di dare nuova vita alle pratiche degli arcieri sia civili che militari del periodo che va dalla seconda metà del 1200 alla fine del 1300, proponendo un gruppo di tiratori e figuranti che riproducono e utilizzano l'abbigliamento, gli archi e le frecce secondo fogge e metodologie dell'epoca.
Dal 2005 la Compagnia si e' trasferita presso l'azienda agricola Villa Le Sorti nel Comune di Lastra a Signa.
Nel 2012 con l'adesione alla UISP la Compagnia Arcieri del Rovo diventa una A.S.D. affiliata al C.O.N.I.
Nel 2015 la compagnia ritorna nella zona di Maiano (Fiesole) più precisamente in loc. Mulinaccio dove dispone di un ampia sede per i soci e di un campo per l’allenamento e le gare.

L’attuale organizzazione della Compagnia:

la ASD Compagnia Arcieri del Rovo vanta oggi circa  110 Soci tra adulti, ragazzi e bambini, partecipando attivamente alla vita della FIARC, continuando ad organizzare competizioni, manifestazioni divulgative, corsi di tiro con l'arco e partecipando, attraverso l'opera dei suoi membri, a momenti importanti nell'evoluzione della pratica arcieristica quali ad esempio la stesura o l'aggiornamento di regolamenti, la costituzione di un sistema nazionale di istruzione, la stesura di testi e manuali. La compagnia con l’affiliazione alla UISP  stà  iniziando ad organizzare eventi ed avere  collaborazioni anche con questa federazione.

Gli obiettivi della Compagnia e ciò' che la ispira:

La compagnia ha come principale obiettivo quello di diffondere la cultura arcieristica e la pratica del tiro con l'arco ed offre ai propri soci spazi e momenti aggregativi durante i quali cimentarsi in attività' di varia natura. I soci della compagnia costituiscono un gruppo auto-organizzato all'interno del quale ognuno porta il suo contributo in termini di tempo dedicato e competenze utili alla crescita continua del gruppo stesso. La sede della compagnia e' attualmente immersa in un bosco che offre un ambiente nel quale i suoi soci hanno saputo creare spazi di tiro mozzafiato su bersagli tecnici e divertenti di varia difficoltà'. I tipici bersagli utilizzati riproducono sagome di animali a grandezza naturale, sui quali gli arcieri simulano battute di caccia, nel tempo in cui questa era attività' legata alla sopravvivenza , l'uomo doveva lavorare su se stesso al fine di sviluppare le abilità' necessarie per competere e convivere nel rispetto con la natura e la sua grandezza.
Gli aspetti ludici caratterizzano ogni attività' della compagnia perché il tempo libero che i soci trascorrono insieme offra opportunità di confronto, divertimento  e rilassamento in un ambiente accogliente e positivo.
La pratica del tiro con l’arco è basata sull’apprendimento dello stile istintivo di tiro. Di fatto questa tecnica implica la coordinazione (acquisita attraverso la ripetizione di una serie di gesti e posizioni) tra mente, occhi, corpo, che a differenza del tiro con ausilio di apparecchi per la mira, ha bisogno di una maggior applicazione da parte dell’arciere ed un periodo mediamente più lungo per iniziare a padroneggiare il tiro stesso. Il tiro istintivo è totalmente centrato su una particolare caratteristica del tiro con l’arco che è quella secondo cui la mira è data dal corpo dell’arciere nella sua interezza sia quando è in movimento che quando è fermo. Questo particolare stile di tiro prevede quindi un impegno importante dell’arciere e dell’istruttore che lo segue all’interno del suo percorso di acquisizione di consapevolezza corporea del proprio gesto e del controllo del proprio risultato.

 

Joomla templates by a4joomla